Successo dell’Italia alla 34esima edizione della Shell eco-marathon 2018

La presenza dell’Italia non poteva, di certo, passare inosservata nella Shell-marathon, competizione che ha avuto luogo a Londra, protagonisti veicoli avveniristici progettati da studenti di tutta Europa e giovani promesse delle scuole superiori. Scopo dell’evento mostrare al mondo il più importante progetto creato per educare, formare, nuove e vecchie generazioni, sulla   mobilità sostenibile che si avvale di progetti,  tecnologie  e  nuove auto  con la migliore performance energetica.

Shell Eco-marathon_H2politO

Londra si è mostrata, da tempo, sensibile al tema programmando varie iniziative, dalla Mini-Holland,  che ha previsto, da tempo, percorsi a piedi o in bicicletta nelle zone periferiche della città, al progetto Wright Electric, che consentirà tra dieci anni, così promettono gli sviluppatori del progetto di start up, di percorrere la tratta Londra-Parigi a bordo di un aereo elettrico 

Tante le categorie che nella 34esima edizione della manifestazione Shell eco-marathon 2018, si sono poste all’attenzione, conquistando  l’interesse di oltre 15mila visitatori che hanno invaso Londra.

Tra queste ricordiamo:

–          Il team H2politO –Molecole da corsa del Politecnico di Torino, del Politecnico di Torino che ha conquistato il 2° posto della categoria PROTOTIPI alimentati a idrogeno con il veicolo “IDRAkronos” che ha registrato un consumo di 755 km/m3;

–    il team Zero C dell’Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci di Carpi, che si è posizionato 3° nella categoria PROTOTIPI alimentati a batteria elettrica grazie al veicolo “Escorpio Evo 2”, che ha ottenuto un risultato di 603 km/kWh;

–          la categoria URBAN CONCEPT ha visto trionfare il team FAENZAitiRACING dell’Istituto d’Istruzione Superiore Tecnica Industriale Professionale L. Bucci di Faenza, che si è classificato 3° grazie al veicolo “NOVA-Student” alimentato a gasolio (Diesel), che ha registrato 226 km/l.

Rispondi